Museruola sempre indossata e alcoltest – prossimo step il ban?

La proposta di museruola sempre indosso, arriva dopo la morte di un bambino sbranato da un rottweiler, mentre chi lo conduceva in passeggiata aveva un tasso alcolemico pari a 1,4 g/l. Siamo quindi alle solite, per un coglione/pochi coglioni, a pagare sono tutti. Diciamocelo la proposta è al limite dell’assurdo; si propone di introdurre un test alcolemico a chi conduce un cane facente parte delle “razze da combattimento”. Allo stesso modo di chi guida un auto infatti, secondo il legislatore, chi ha al guinzaglio un pitbull ha lo stesso potenziale di danno.

Tutto questo, fortunatamente, accade nella vicina Austria, ma siamo sicuri che questo non avverrà anche in Italia, prima o poi?

Cosa prevede la norma introdotta dal comune di Vienna

Il provvedimento è stato proposto dal comune di Vienna in seguito ad un fatto di cronaca accaduto pochi giorni fa. La norma, che verrà introdotta entro la fine del 2018 prevede diverse restrizioni. A cominciare dalla museruola che dovrà essere costantemente indossata dal cane dal momento che esce di casa fino al suo rientro. Passando poi dall’alcoltest per chi lo conduce su suolo pubblico con un limite fissato a 0,5 g/l. Chi sorpreso a portare il proprio cane all’esterno senza la museruola sarà soggetto ad una multa di € 200 e sarà obbligato a seguire un corso di aggiornamento di 6 ore. Ma non finisce qui, ai recidivi zero sconti, infatti se ricapiterà si sarà costretti a conseguire nuovamente il patentino, mentre alla terza scatta il sequestro del cane. Dove andrà a finire questo povero cane non è dato saperlo.

In pericolo anche la libertà dei pitbull nostrani

Chi come noi, vive in Alto Adige (o come piace chiamarlo ai locali di madrelingua tedesca, Südtirol, lasciando intendere un inesistente pertinenza all’Austria) sa che all’amministrazione provinciale piace prendere spunto dalle iniziative austriache. Essendo la provincia di Bolzano, provincia autonoma, facente parte di una regione a statuto speciale purtroppo può farlo. Se una norma simile dovesse essere introdotta, visti anche gli avvenimenti degli ultimi giorni, sarebbe un pericoloso precedente ed esempio per le altre regioni italiane.

La museruola è la soluzione?

Siamo dell’idea che sia giusto prendere provvedimenti per arginare il problema dei proprietari sempre meno informati e preparati a gestire il proprio cane. Ci pare tuttavia assurdo imporre misure che intacchino la libertà e la qualità di vita degli animali. I provvedimenti vanno applicati ai padroni, quindi bene anche se assurdo l’alcoltest molto male per l’obbligo di museruola.

Questi problemi si combattono con l’informazione, l’educazione e la preparazione dei conduttori, non certo con una museruola fissa sul muso del cane.  Pitbull is not a crime con organizza eventi informativi per portare avanti la linea del “informare ed educare il padrone” e, credo di parlare a nome di tutti gli amanti del pitbull quando dico le istituzioni dovrebbero allinearsi su questo modo di operare.

Fonte notizia: TGcom 24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Continua a leggere