i pitbull sono aggressivi ?

Il perché di questo articolo è subito spiegato. Basta aprire la pagina di google e iniziare a digitare la frase, “i pitbull…” il primo suggerimento che ci propone il motore di ricerca sarà “i pitbull sono aggressivi”, questo perché è la ricerca più effettuata con il termine pitbull. Il motivo è che nell’immaginario comune il pitbull è il “cane killer” quello più adatto ai combattimenti, ma perché ha questa fama?

Perché il pitbull è la razza più usata nei combattimenti ?

Il motivo non è certo perché i pitbull sono i più aggressivi. Il motivo è semplicemente perché è la razza più adatta a questo genere di “spettacoli”, per via delle caratteristiche fisiche e comportamentali.

La selezione alle origini di questa razza è stata fatta unicamente a questo scopo. Il pitbull è il cane con la massima gameness (traducibile con determinazione al raggiungimento del risultato prefisso).  Ci sarebbero infatti, decine di razze canine più aggressive e potenti di un pitbull. Prendiamo ad esempio un Dogo argentino o un Rotweiler, questi cani superano in fisicità, forza e aggressività il Pitbull. Se però questi cani si trovassero davanti ad un pitbull quest’ultimo sarebbe facilmente in grado di metterli in fuga per una serie di motivi.

L’agilità: è impensabile che un cane grosso e pesante come un Rotweiler o un Dogo possa competere in agilità con un pitbull in standard ADBA

La tempra: in linguaggio “tecnico” la gameness appunto, quella determinazione che il pitbull ha e che invece manca a cani di taglia grande e gigante.

Intelligenza e senso tattico: Il Pitbull è stato selezionato esclusivamente per il combattimento, ha insito nella sua natura la capacità di combattere in maniera diversa dagli altri cani. Un pitbull non tenta la presa ad ogni costo ma può cambiare bersaglio se la situazione lo richiede.

Quindi il pitbull è pericoloso ?

La caratteristica più pericolosa del American Pitbull Terrier è quasi sempre il padrone.  Ovviamente un pitbull votato all’aggressività, con un addestramento inteso in tal senso, privato di ogni stimolo di vita sociale (sia con i propri simili che con l’uomo) nelle prime fasi della vita e un atteggiamento sbagliato da parte del padrone; può creare problemi. Come abbiamo visto il pit è una razza con la potenzialità per essere un killer, ma non di sicuro la volontà, come tv e giornali ci vorrebbero far credere.

Il suo atteggiamento con l’uomo

Un vero pitbull non è adatto ne alla guardia ne alla difesa per via del suo atteggiamento verso l’uomo. Un pitbull equilibrato infatti, vede tutte le persone come “amiche” a meno che le azioni di quest’ultime non dimostrino il contrario. L’atteggiamento aperto e socievole con le persone è una caratteristica tipica della razza e deriva dalla sicurezza e coscienza della propria forza. Un pitbull che ringhia alle persone e le aggredisce senza apparente motivo non è assolutamente un esemplare tipico.

Marchetti Fester di Gianluca Marchetti

Non è un cane per tutti

il pitbull non è un cane adatto a tutti, chi cerca un cane da far scorrazzare in un parco insieme ad altri cani, e meglio che sposti la sua attenzione su altre razze. Il pitbull ha un carattere forte e sicuro di se e per istinto attacca i cani dello stesso sesso che ritiene minacciosi o in atteggiamento di sfida. Questo è il frutto delle manipolazioni umane che hanno influito sul suo carattere, è importante quindi conoscere rispettare e tenere in considerazioni queste caratteristiche prima di prendere un pitbull.

Un commento:

  1. Che dire ? Grazie per la vostra professionalità che sicuramente ci aiuta attraverso tutti gli articoli che pubblicate. Grazie grazie grazie ….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Continua a leggere