Gamedog italia – quando la passione sfocia nell’estremismo

Gamedog italia – quando la passione sfocia nell’estremismo

6 Novembre, 2018 0 Di Nicola Cibelli

Scriviamo questo articolo a seguito delle svariate segnalazione pervenute in posta privata sulla nostra pagina FB Pitbull is not a crime.

La pagina gamedog Italia è oggetto delle attenzioni di tutti gli appassionati di pitbull a causa dei suoi contenuti controversi. Non è la prima volta che sentiamo parlare di questa pagina, in effetti tra chiusure e riaperture esiste da al meno 5 anni. E sicuramente non è l’unica, consideriamo inoltre la possibilità di creare gruppi chiusi o addirittura segreti su FB che sicuramente esisteranno. Analizziamo perciò la situazione.

I contenuti

Sono sicuramente il principale motivo per cui questa pagina è al centro di tante attenzioni nella comunità on line del pitbull. Gamedog italia tratta infatti; come prevedibile dal titolo, dell’argomento dog Fighting. Indubbiamente parlando del pitbull non si può non citarne il passato, la selezione che avveniva tramite dog fighting. Le foto pubblicate infatti esibiscono cicatrici e danni da combattimento, nulla di male se non fossero foto “recenti” ma di repertorio. Il fatto è che le foto non sono di vecchi dogman e di vecchi “campioni” ma si tratta spesso di cani oggi in vita e in attività. Il tutto accompagnato da frasi ad effetto che esaltano tutt’oggi le doti combattive del pitbull.

La passione

Indubbiamente chi gestisce la pagina gamedog Italia ha una conoscenza profonda della razza, riporta infatti nozioni e accenni storici corretti e veritieri.  Perseguono nelle loro pubblicazioni l’ideologia che il pitbull sia un cane di nicchia e non per chi vorrebbe un cane da divano, questo è concetto condivisibile ma non apprezzabile per come viene posto ed estremizzato. Di fatto quindi, ci troviamo di fronte a delle persone con competenza e passione che nuocciono alla razza per via del loro estremismo.

Il problema

Il problema sta nella strumentalizzazione criminale che si fa di queste informazioni e di questo messaggio. Passa infatti il messaggio che i veri appassionati di questa razza sono coloro che ancora oggi nel 2018 sfruttano questa razza per i combattimenti. Ad oggi spesso il pitbull viene preso da persone incompetenti, innamorate della sua “cazzutaggine”.Queste persone sono esattamente il tipo di padroni che poi getta infamia sulla razza; passando questo messaggio lo scenario non può che peggiorare.

Lettera aperta a Gamedog Italia

Fatte le dovute considerazioni ci permettiamo di porre alcune domande ai gestori e agli utenti di questa pagina. Ci domandiamo effettivamente quanto tutto questo sia fatto per “amore della razza”. Ci chiediamo se, oggi, nel 2018 sia ancora necessario portare all’estremo questo concetto attuando veri e propri giri di combattimenti. Quanto amore dimostra una persona che porta il proprio cane a partecipare e a perire in un combattimento? Quanto può essere di supporto alla causa della razza? Qual è la vera motivazione dietro a questa mattanza ? la “vera passione”,come la definite voi, oppure l’interesse economico?

La nostra esperienza ci porta a definirvi dei repressi senza personalità, che attuano tutto questo per compensare la loro mancanza di virilità e riempirsi le tasche di denaro insanguinato.