Cuccioli di Pitbull- scegliere l’allevamento di Martina Bartolucci e Alessandro Zayenne

ARTICOLO DI MARTINA BARTOLUCCI DI RED PASSION KENNEL ROMA
E ALESANDRO ZAYENNE ADDESTRATORE CINOFILO (proprietario di un cucciolo red passion )

Quanto è difficile ad oggi scegliere dove prendere un cucciolo? Molto. Data la disinformazione generale. Quali sono i requisiti che un futuro proprietario deve valutare ? Un infinità. Proprio per questo abbiamo deciso in questo articolo, di illustrarvi i temi fondamentali da considerare .Ciò che potrebbe aiutare sempre, in ogni caso, è informarsi e documentarsi il più possibile. Quanto è importante l’ambiente dove e come mamma e cuccioli vivono?

Oggi cercheremo di parlarvi dei primi mesi di vita del cucciolo, aspetto che troppo spesso ,viene sottovalutato.

I primi mesi di vita dei cuccioli

I primi mesi di vita di un cane, risultano i più importanti e delicati, al fine di un corretto sviluppo del suo comportamento. Ecco perché conoscere e studiare a fondo questo periodo, è di fondamentale importanza, in quanto ciò che avviene in questa fase è decisivo e talvolta irreversibile. L’ambiente dove già la mamma vive, e successivamente i suoi cuccioli è importantissimo. Come lo sono gli stimoli che riceveranno dal mondo esterno. Se, se ne tenesse conto una grande percentuale di comportamenti inadeguati non esisterebbero e avremmo dei cani molto più equilibrati.
Cercheremo in questo articolo di dare un idea di questi principi.

Numerosi studi hanno evidenziato, quanto siano importanti le esperienze vissute nelle prime fasi di vita, già durante il periodo prenatale. Degli esperimenti negli ultimi anni, sul comportamento del cane, hanno evidenziato l’importanza della fase prenatale (feto) per il successivo sviluppo comportamentale del cane. Quindi andiamo nel dettaglio a vedere la comunicazione tra feti e cagne gestanti da 45 giorni.

Lo studio

Quattro femmine sono state sottoposte ad uno stress tramite una pistola scaccia cani, la reazione dei feti è collegata a quella della madre. Quindi possiamo dedurre che le emozioni della madre hanno un effetto diretto ed immediato sui feti.
Successivamente se non si consente ai cuccioli di confrontarsi con gli stimoli appropriati nei periodi in cui sono ricettivi, possono sviluppare problemi comportamentali , per questo viene dato il nome di periodo sensibile o critico.

L’imprinting

L’Imprinting in etologia, è una particolare forma di apprendimento precoce. Riscontrabile spec. nei neonati degli Uccelli e dei Mammiferi in una breve fase d’accrescimento (detta ‘periodo sensibile’), per cui essi riconoscono e seguono la madre o un suo surrogato (per es. un altro animale o un qualsiasi oggetto in movimento).

Un’insufficiente esperienza oppure la totale mancanza di esperienza del cucciolo hanno un grande effetto sul comportamento da adulto. Risulta quindi fondamentale il tempo che la mamma potrà passare insieme alla sua prole, questo per permettere di insegnare ai cuccioli i giusti comportamenti e socializzare con i fratelli che rappresentano il primo branco. Privare il cucciolo di tutto questo, influisce ,profondamente in maniera deleteria, sullo sviluppo e quindi sul cane che sarà da adulto.
Il tempo passato insieme alla mamma ed al branco non è 60 giorni ma se si tiene allo sviluppo dei cuccioli non si separano dalla mamma fino a 90 giorni almeno, anche se questo comporta delle spese molto esose di gestione e mantenimento.

Cuccioli pitbull

Red Passion Kennel allevamento con affisso MCKCI American Pit Bull Terrier Red Nose in standard UKC a Monterotondo (Roma)

L’importanza di questi fattori nella scelta dell’allevamento

E’ indispensabile conoscere questi elementi, sia perché possono modificare profondamene alcuni principi di selezione nell’allevamento, sia perché la loro gestione costituisce già un punto essenziale nella prevenzione dei disturbi dello sviluppo.
Diffidate da chi si vuole sbarazzare dei cuccioli, un allevatore che agisce eticamente nel rispetto dei suoi cani, non vi cederà mai un cucciolo prima del tempo. La cessione effettuata in maniera sbrigativa senza voler instaurare un rapporto duraturo, che si protrarrà per tutta la vita del cucciolo è sbagliata.

Un allevatore etico valuta accuratamente la nuova famiglia per i suoi cuccioli, vi sta donando quello che di più caro ha, il frutto di molto lavoro e sacrificio, per questo sceglierà pochi eletti con cui condividere la sua passione; assicurando sempre una vita sana e equilibrata ai suoi cuccioli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Continua a leggere