Ho scelto un pit, ho scelto Layla

Ho adottato Layla

Era il 7 novembre di due anni fa (2016), grazie a un pitbull per amico ho conosciuto Bruno Menegon che fa stalli e recupera pit "difficili". Avevo inizialmente visto un annuncio di una am staf che cercava adozione e subito sono andata a vederla a Pordenone dove lavora Bruno. Arrivata lì  però,ho visto la sua compagna di box e me ne sono innamorata. Una splendida pit tigrata!! Buonissima e molto timida,spaventata  dalle persone, probabilmente a causa del suo passato.

Il passato di Layla

Proveniente dalla sardegna e sequestrata al precedente proprietario che la teneva in un capanno assieme ad altri come lei; la cagnetta era stata portata ad uno stallo in friuli per cercare una nuova famiglia. Le avevano addirittura fatto fare una cucciolata e poi i poveri cuccioli chissà che fine hanno fatto. Appena 2 anni di vita e già aveva conosciuto le bastonate, le botte, la violenza, il mangiare quando capitava e il dover lottare con altri suoi simili per sopravvivere. L'ho subito portata a casa con me, dove ha conosciuto il suo fratellone canino (un simil pastore tedesco nero che l'ha accettata e adorata fin dal primo momento) e così abbiamo iniziato la nostra nuova vita assieme.
Non è stato facile, Layla (così l'ho ribattezzata) si mostrava spaventata dai rumori, dai gesti improvvisi e dalle persone, tranne me e il mio compagno (nonostante facesse molta difficoltà a fidarsi degli uomini probabilmente perchè le ricordavano il vecchio padrone. Con il tempo e con l'aiuto di un addestratore abbiamo però fatto ottimi progressi. Ora Layla è più sicura di sé e ha iniziato a non andare d'accordo con gli altri cani, a parte suo fratello. Del resto questo è il carattere di una pit con un passato difficile.

Layla è un cane eccezionale. Ubbidiente, affettuosa, non tira al guinzaglio ed è la mia ombra. Non potevo scegliere meglio di così!!

 

Sei in cerca di un cane da adottare? adotta anche tu un pitbull !

Se anche tu vuoi vedere pubblicata  la tua storia, scrivi a  lamiastoriadipit@pitbullisnotacrime.it  (almeno 300 parole) e non dimenticarti di allegare una bella foto (in alta definizione) di te e del tuo pitbull! (per ragioni di tempo e quantità non possiamo pubblicarle tutte le storie in maniera tempestiva, abbiate pazienza)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Continua a leggere